Immagine
  I torrenti del nostro appennino...... di Mirko Dalmonte Martelli
\\ Home Page : Storico : Fiumi - Torrenti - Laghi (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 05/01/2016 @ 17:19:21, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 3391 volte)
Lago Andreuccio - Soanne di Pennabilli
by Mirko Dalmonte Martelli


Il lago Andreuccio è una splendida realtà del nostro appennino, è stato realizzato negli anni ’70 con l’intento di valorizzare un’area importante dell’entroterra provinciale. Oggi, a distanza di più di trent’anni, il lago Andreuccio, a Soanne di Pennabilli, è meta turistica frequentatissima nel periodo estivo, apprezzata dagli appassionati della pesca a mosca e spinning ma anche dalle famiglie e dai bambini che trovano in questa realtà uno spazio all'aperto attrezzato con tavoli e panche per poter giocare, girare per sentieri e mangiare nel comodissimo e buono rifugio accanto al lago.



Il lago è gestito dagli amici della società Pescatori Marecchia (www.pescatorimarecchia.com) vi si può acceredere previa permesso di 10 euro ritirabile in più punti vendita e anche al ristorante "Del Pescatore" adiacente al lago stesso...






Il regolamente permette la pesca a mosca e spinning con un massimo di 3 ami per la sola mosca, ovviamente privi di ardiglione.  Il pesce insidiabile è composto prevalentemente da trote fario, iridee e salmerini anche di misure notevoli... 



In molti casi le catture si possono effettuare a secca ma occorre sapersi destreggiare in lanci poderosi perchè più gente arriva e più il pesce si sposta al centro del lago... da buoni risultati la pesca con l'ovetto sottoriva.




Il posto è davvero bello, un paesaggio incantevole... la pesca e divertente, sopratutto se le trote rispondono a secca, pescando dal pontile.. se la temperatura lo concede, anche i Bass sono attivi e sopratutto molto coraggiosi. I ragazzi del club che gestiscono il lago sono quello che di più onesto, pulito e genuino potete trovare in giro... meritano tutto il successo possibile.





Per raggiungere il Lago di Andreuccio, impostate sul vostro GPS:

43°50’14.00? N – 12°17’55.00? E

per permessi e informazioni:

Ristorante Lago Verde tel. 0541 915012
Ristorante Il Pescatore tel. 0541 915104

Ingresso: 10 Euro

Orario
dalle 07:30 al tramonto
           

Recapiti
Strada per Soanne - info@pescatorimarecchia.com


Andate a provarlo, ogni mese circa effettuano ripopolamenti e permettono di trattenere 3 pesci a biglietto, informatevi sol loro sito o via email della situazione delle acque.

Se vi piacciono queste schede... passate parola, Grazie

Mirko Dalmonte Martelli
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 05/01/2016 @ 17:50:23, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 2573 volte)
Torrente Aveto - Val D'Aveto - Rezzoaglio GE
Riserva Turistica "Cabanne d'Aveto"
by Mirko Dalmonte Martelli


La val d'Aveto è una vallata situata tra le regioni Liguria ed Emilia-Romagna, inserita tra la città metropolitana di Genova e la provincia di Piacenza.



La valle è attraversata dal torrente omonimo, tributario della Trebbia a cui si unisce nel comune piacentino di Corte Brugnatella, in località Confiente. In essa sono presenti i due comuni di Rezzoaglio e Santo Stefano d'Aveto, appartenenti al territorio metropolitana genovese..





La Riserva Turistica di pesca “Cabanne d’Aveto”, la riserva si estende per quasi 2 km sul T. Aveto nel tratto subito a valle della Loc. Cabanne.

La pesca è consentita tutti i giorni, dall’ultima domenica di Febbraio al primo di Novembre, settimanalmente vengono fatti dei ripopolamentì della riserva con esemplari adulti di Trote e Salmerini.



L’acquisto di un permesso di pesca consente la cattura di 5 trote al giorno, nelle giornate di: Lunedì/ Martedì/Mercoledì (escluso festivi e prefestivi) si può acquistare anche  il permesso di pesca No Kill, che consente di pescare tutto il giorno, utilizzando tecniche di pesca con esche artificiali, senza trattenere nessun pesce..




Riserva piccola ma molto bella nei sui tratti di pesca, che presentano correnti veloci e profonde alternandosi a piane basse e lente.
Essendo turistica è assolutamente ricca di pesce, che se affrontata in modalità no kill permette di passare una giornata da record di catture.





Il meteo essendo zona montuosa puo variare (ed è variato) all'improvviso regalandoti intere giornate di pioggia.... ciò nonostante abbiamo pescato e ci siamo ampiamente divertiti... le trote continuavano a bollare anche a secca !!



Per permessi e informazioni:

RISTORANTE PARETIN Rezzoaglio Fraz. Cabanne 28 - Tel 0185 86650DA CLAUDIO Rezzoaglio Fraz. Priosa 8 - Tel 0185 86756

APS Val d’Aveto
Via Capoluogo-Sede Comunale, 16048 Rezzoaglio (GE)
Tel. Giorgio Filippone: 3490595888 Email info@valdaveto.it Web www.valdaveto.it

Permesso: 20 euro



Orario di pesca dal 1° Maggio dalle 07:00 alle 21:00


Per esercitare la pesca nella Riserva Turistica è necessario essere Soci dell’ Associazione "Pesca Sportiva Val D’Aveto" o  delle Associazioni Pesca-sportive nazionali riconosciute: FIPSAS o AICS. Occorre inoltre essere muniti del "titolo abilitativo alla pesca" (licenza di pesca acque interne o versamento) e del permesso giornaliero di pesca.

Il Tesserino Segna- catture non è necessario.

Abbiamo passato tre giorni in questa bellissima valle, con l'idea di pescare nei suoi affluenti e nel tratto no kill... purtroppo il meteo ci ha concesso pochissima tregua e abbiamo ripiegato nella sola zona turistica...

Ci siamo divertiti tantissimo e abbiamo conosciuto nuovi amici con cui tutt'ora proseguiamo le nostre avventure di pesca...

Grazie a tutti e alla prossima avventura

Mirko Dalmonte Martelli
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 09/04/2016 @ 18:26:16, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 4062 volte)
Torrente Savena - Acque Cat. C
by Mirko Dalmonte Martelli


Il Sàvena (Sèvna in dialetto bolognese) è un corso d'acqua a carattere torrentizio (bacino idrografico di 170 km²) che nasce nel territorio di Firenzuola, in provincia di Firenze, da un anfiteatro di monti (Sasso di Castro a 1276 m s.l.m., monte Bastione 1190 m s.l.m., Monte Luario 1140 m s.l.m., Monte Freddi 1275 m s.l.m.) poco a nord del passo della Futa; è il maggior affluente dell'Idice (al quale reca almeno i 2/3 della portata, specie nella stagione estiva) che confluisce poi nel fiume Reno.



Il corso iniziale del Savena, acque cat. D salmonidi, lo si trova nella parte alta sopra alla località di Castel dell'Alpi, il tratto in oggetto invece è localizzato al di sotto del lago e dei due nokill ( mosca e spinning) creati dalla ormai ex provincia di Bologna...




La lunghezza del tratto in cui ho pescato è circa 2..3 km indicativamente un paio di chilometri sotto alla località di Sant' Andrea.

Questo tratto è caratterizzato da buche decisamente profonde e lame, con tratti del letto a lastre di arenaria piuttosto scivolose..



La varietà di pesce è notevole sia per le dimensioni che sono a volte sorprendenti ... possiamo catturare vaironi, trote e cavedani.




La vegetazione riparia è rigogliosa, a tratti molesta e invadente.. infatto il tratto anche per via del fondo scivoloso lo considero decisamente impegnativo e lo riserverei a pescatori con vogliae ed esperienza nelle gambe..





Le sorprese non mancano sicuramente... trote fario e iridee di notevoli dimensioni le ho catturate principalmente a ninfa... a secca tante bollate di cavedani e vaironi e qualche trotella sui 15/20 centimetri...



Non occorre nessun permesso... solo tanta voglia di camminare e l'onestà di non trattenere il pescato
... vi ribadisco la difficoltà del tratto ... ma anche la bellezza del suo percorso e sopratutto delle sue catture che non sono affatto scontate..

Un piccolo segreto che fa la differenza in questo torrente... ninfa pheasant tail testa colore rosso o arancione .. a me da sempre soddisfazione.

....buon divertimento

Mirko Dalmonte Martelli
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 09/04/2016 @ 19:11:53, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 6157 volte)
Torrente Avisio - Zona "Big Fish" - TN
by Mirko Dalmonte Martelli

L'Avisio nasce presso il passo Fedaia (2.054 m s.l.m.) come emissario dell'omonimo lago naturale, che riceve le acque di fusione del ghiacciaio della Marmolada e scorre attraverso la Val di Fassa e la Val di Fiemme, confluendo poi nell'Adige, al confine tra Trento e Lavìs.



Il tratto in oggetto e a carattere torrentizio, sito nel centro Paese di Lavis ( TN ) formato da lunghe buche, raschi, correntoni e briglie, con buona e costante portata.
Sponde a comodo accesso ... ma attenzione alla macchina perchè sembra che vi siano zingari che ne apprezzano il contenuto..
.




Il tratto in questione è inutile nasconderlo... è una zona di pronta pesca turistica... imballato di trote !! Qui di wild cè davvero poco.. ma come notate dalle foto noi lo abbiamo affrontato in condizioni davvero  al limite... è infatti si è dimostrato impegnativo ma divertente.



La riserva è lunga poco più 800 metri, parte dal ponte che separa la zona industriale di Trento a Lavis.
La pesca è consentita dalla prima domenica di febbraio all'ultima domenica di settembre ma è sempre chiusa il venerdì. Il costo del permesso giornaliero è di 20€ + 10€ di caparra, che sarà restituita alla consegna del documento al termine della pescata.
.




Vengono immesse trote fario e non ufficialmente iridee... le marmorate che vedete in foto sono naturali e risalgono l'avisio per la riproduzione... e credetemi sono davvero molto belle e ben pinnate.. noi abbiamo pescato avviamente a ninfa e streamer... ma qui sono ammesse tutte le tecniche di pesca .. ad amo singolo senza ardiglione !!





Le immagini sono di oltre un mese fa... ora le trote sembra bollino copiosamente su qualsiasi cosa galleggi... è sicuramente un parco giochi... ma nel complesso sicuramente tra i più riusciti ...

I permessi e le informazioni più dettagliate le potete chiedere direttamente qui...

Prenotazione dei permessi di pesca:
Bar Leimer, Via Sponda Trentina 2, Meano (TN), tel. 0461-245669.

Associazione di riferimento:
APDT Trento Via del Ponte 2 a Ravina (TN). Telefono: 0461/930093, email: apdt@apdt.net.
.


....telefonate sempre prima di partire


Mirko Dalmonte Martelli
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 18/04/2016 @ 17:18:52, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 3306 volte)
Z.R.S. Torrente Lamone - Marradi
by Mirko Dalmonte Martelli


Il Lamone è un fiume che scorre in Toscana e in Romagna. Nasce dalla Colla di Casaglia (1.190 m) nel comune di Borgo San Lorenzo (in provincia di Firenze), attraversa Marradi, Brisighella e Faenza.




La sorgente del  Fiume Lamone è nel Comune di Borgo San Lorenzo (FI), in prossimità del Passo della Colla di Casaglia,  a 972 metri s.l.m,. Dopo un percorso di quattro chilometri, il fiume Lamone entra in territorio del Comune di Marradi.  Il percorso è incassato, sovrastato da una folta vegetazione, caratteristiche proprie di un corso d’acqua montano.




La bellezza di questo torrente è sconcertante.. a tratti sembre di essere in una di quelle super riserve iper rinomate in chissa quale posto lontanissimo... invece è qui !! Dietro casa.. o almeno abbastanza vicino a casa mia..



Alterna buche profondissime e piene di sorprese a tratti piani con correnti e raschi.. la percentuale del cavedano è altissima così come lo sono le sue dimensioni ... in tutta la riserva possiamo catturare vaironi, trote e cavedani.



La vegetazione riparia è notevole ma mai invadente.. il fondale invece è piuttosto scivoloso, tipico dei torrente di altezza modesta.... assolutamente da usare il feltro con i chiodi.




Le sorprese non mancano sicuramente... nella prossimità delle buche abbiamo pescato a drop ... anche perchè non conoscendo il tratto abbiamo optato per una canna 6'6" che era validissima per tutti i raschi e le lame .. ma decisamente corta per insidiare le grandi buche...



A secca tante bollate di cavedani e vaironi ... ma sulla ninfa le trote più belle... non è certo un posto facile di quelli dove andare con tanti amici e fare una marea di catture... anzi, è difficile e richiede per chi pesca a mosca perizia, tranquillità e sopratutto poco rumore..

Nelle buche ci sono indubbiamente trote di dimensioni importanti...che a spinning sono certamente più facili e ahimè noi a mosca le abbiamo solo "forate" ma non siamo riusciti a portarle a riva..

Consigli personali... canna 9' piedi coda 2/3 .. ninfe pesanti in buca e secca nei raschi... ma i pesci belli son tutti in buca...  silenzio e pazienza e i pesci verranno sicuramente...


Un piccolo suggerimento per la gestione che è sicuramente appassionata... probabilmente maggiori semine di materiale di taglia dai 20 ai 30 cm andrebbe a riempire gli spazi d'acqua meno profondi permettendo così a chi pesca magari con meno esperienza di fare più catture nei tratti tra una buca e l'altra... garantendo inoltre la base per la crescita di materiale per il futuro.... personalmente io metterei anche materiale più piccolo specialmente nei tratti con acqua bassa.. ma bisogna vedere se vi sono cormorani o aironi in zona.

Per il resto l'accettazione al Bar dove abbiamo fatto i permessi, la gentilezza degli abitanti del posto è davvero ottima...  un posto dove ritornerò sicuramente, magari con la canna giusta ... infatti le mie all'altezza di Imola mi sono accorto di averle lasciate a casa e per fortuna che un caro amico mi ha fatto un prestito al volo...

Andateci ora... fin che il caldo non diventa pesante, e non scordatevi di guardare sotto il ponte di Marradi, rimarrete stupiti sicuramente !!!


Mirko Dalmonte Martelli
 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Ci sono 690 persone collegate




Cerca per parola chiave
 

Titolo


Gli Autori di Wildfly
La pesca a mosca
Wild Fly Video
Wild Fly Facebook
Lago Bigfish
Catch & Release Imola

Copyright
Disclaimer

Titolo
Accessori (4)
Canne e Mulinelli (6)
Club di Pesca (1)
Corso di Pesca a Mosca (16)
Curiositą (25)
Diplomi e riconoscimenti (9)
Dressing - Fly Tying (21)
DVD VIDEO GRATIS (1)
Fiere e Raduni (3)
Fiumi - Torrenti - Laghi (68)
Gadget Wildfly (3)
Pubblicazioni e Articoli (6)
Sky Tv (2)
Waders & Boots (5)
Wild Fly Video (36)
Zaini & Bags (2)

< giugno 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             


Titolo
Fotografie (2)
Testata (62)

Le fotografie pił cliccate



"
per pescare, bisogna avere la mente sgombra... si lancia la lenza, poi ci si concentra sulla mosca... non si lancia così a caso... un pescatore si riconosce dal lancio.. non tanto per la sua lunghezza o maestria.. ma per il dove si è deciso di lanciarla con la consapevolezza che la vi sia un pesce ad attenderla ..

MDM
"


27/06/2022 @ 23:33:42
script eseguito in 60 ms