Immagine
 I torrenti del nostro appennino... di Mirko Dalmonte Martelli
\\ Home Page : Autori
Mirko Dalmonte Martelli
 





Ho iniziato a pescare sin da piccolo, appassionato di tutte le tecniche sono passato dal fiume al canale e al mare cercando di insidiare ogni tipo di pesce anche in ambiti competitivi.

Sempre in cerca di imparare qualcosa di nuovo ho provato ad iscrivermi ad un corso di pesca a mosca... da quel momento ho scoperto la vera essenza della magia... un insieme di fantasia, onesta, natura e tanta tanta fatica... da quel giorno non ho mai smesso di pescare a mosca e ogni giorno scopro sempre nuove emozioni, tecniche, materiali e ambienti di pesca..

Sono diventato un esperto di torrenti appenninici, affrontandoli sempre in caccia con una attrezzatura leggera e abbigliamento adatto ad ogni situazione la montagna ci possa riservare.. sono istruttore e guida di pesca presso la scuola E.U.F.F. - European Union of Fly Fishers

E.U.F.F. - European Union of Fly Fishers – E.C.F.F.S. - European Center Of Fly Fishing Schools
Via del Piano – 25059 VEZZA D’OGLIO (BS) - ITALY | Tel. 0364 737031
www.euff.it

Ho conseguito altri riconoscimenti e diplomi in corsi di primo soccorso, subaquea e sopravvivenza in ambiente ostile.

Ogni anno risalgo i torrenti del nostro appennino accompagnando sempre nuovi amici alla scoperta di questa fantastica pesca.... nel luglio 2017 ho girato una puntata per SKY Tv, canale 236, per il programma di Matteo De Falco "Passione Artificiale"..

Con il supporto del club a cui appartengo, Fly Fishing Team Bologna, ogni hanno organizziamo 3 corsi di pesca base completamente gratuiti e aperti a tutti... uno di questi si svolge in appennino pescando assieme accompagnati da un pescatore esperto.

Sono un innegabile testardo , non mi arrendo mai davanti a nulla... a volte esagero e rischio troppo per delle cause perse in partenza.. sono permaloso , ottimista e sognatore.. mi piaccio per quello che sono e mi amo per quello che potrei essere ma che forse non sarò mai per via della mia pigrizia..

... andiamo a pesca !!


Mirko Dalmonte Martelli
Fly Fishing guide & Instructor - Bologna - Italy

E.U.F.F. - European Union of Fly Fishers – E.C.F.F.S. - European Center Of Fly Fishing Schools
Fly Fishing Team Bologna
Wildfly.it
Cel. 3472102114
Email: m.dalmontemartelli@gmail.com
La pesca con la mosca è un tipo di pesca sportiva definita così perché vengono utilizzate particolari esche artificiali costruite a imitazione, in tutte le loro fasi di sviluppo e vita, di insetti che nascono, si sviluppano, si riproducono e muoiono nell'ambiente acquatico, ma anche insetti detti terrestrial, come formiche, cavallette, vespe ecc. In ogni caso l'esca viene chiamata "mosca" pur imitando anche altre creature di cui il pesce si nutre, come altri pesci, gamberetti, ecc.

Viene effettuata con una attrezzatura composta da canna di diverse lunghezze, mulinello per pesca mosca (detto contenitore di coda), coda di topo (lenza di diametro decrescente) e vari accessori a supporto del pescatore. Tale attrezzatura è necessaria per poter lanciare l'esca artificiale (detta "mosca") a volte avente pesi molto leggeri, a diversi metri di distanza, tramite delle tecniche di lancio a volte molto complicate, volte alla migliore posa possibile dell'artificiale in acque spesso mosse. Alla coda di topo viene legato un finale conico di nylon di lunghezza variabile (2-5m)

La tecnica del lancio, come della costruzione degli artificiali, può essere appresa studiando appositi manuali o frequentando un corso apposito.
Le tecniche di pesca in torrente sono essenzialmente quattro: mosca secca, mosca sommersa, ninfa e streamer. La mosca secca si utilizza quando i pesci si stanno alimentando in superficie mangiando gli insetti che si sono posati sull'acqua.
Quindi si usano in questo caso esche di medio-piccola grandezza estremamente galleggianti. Si imita l'insetto nello stadio vitale detto imago La mosca sommersa si utilizza quando i pesci si alimentano subito sotto la superficie. In questo caso l'esca imita lo stadio vitale dell'insetto detto sub-imago La ninfa si utilizza quando i pesci stazionano sul fondo e si nutrono di insetti subacquei e larve detti appunto ninfe. Si usano quindi esche piombate. La piombatura in questo tipo di pesca non viene mai applicata alla lenza ma direttamente nella costruzione della mosca, aggiungendo alcune spire di filo di metallo (piombo, rame o tungsteno) sull'amo o servendosi di piccole sfere metalliche forate e inserite nell'amo dette testine. Lo streamer è una tecnica che si avvicina molto a quella dello spinning in quanto vengono utilizzate esche di dimensioni medio-grandi da recupero.
Si tenta in questo caso di imitare piccoli pesci, gamberi, rane e piccoli roditori. Le esche vengono lanciate e recuperate con piccoli strappi dati dalla punta della canna o dal recupero repentino della coda di topo.
La pesca a mosca è considerata da molti una forma d'arte che va oltre la semplice cattura di un pesce da esibire agli amici.
Più che la cattura di per sé, è infatti considerato di maggior importanza il come la preda stessa venga catturata, portando ad esempio il gioco del golf, dove lo scopo non è semplicemente di mettere una pallina in un buco per terra, ma appunto come farlo (con apposite mazze da golf di diverso tipo). È consuetudine da parte dei pescatori a mosca pescare cercando di provocare il minor danno alla fauna ittica.
A questo scopo si usano sovente ami senza ardiglione, secondo il cosiddetto spirito no-kill: rilasciare sempre il pesce che si cattura, qualunque sia la taglia, se il suo prelievo reca un danno significativo all'ecosistema del corso d'acqua.

A Castel di Sangro (AQ) è presente un Museo Internazionale della pesca a mosca intitolato a Stanislao Kuckiewicz, aperto dalla Scuola Italiana di Pesca a Mosca (S.I.M.). Oltre a questa in Italia ne esistono anche altre di pari importanza come la FFM (Fly Fishing Masters) con sede a Pievepelago (MO) sull'Appennino Emiliano e il CIPM.

Copyright
Tutti i testi e le immagini presenti su questo sito, tranne dove diversamente indicato, sono da considerarsi proprietà intellettuale dell'autore. Ogni violazione a queste semplici richieste verrà perseguita legalmente secondo i termini della vigente legge italiana.




Disclaimer per contenuti di questo BLOG


Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità.
Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.
L'autore non è responsabile per quanto pubblicato dai lettori nei commenti ad ogni post.
Verranno cancellati i commenti ritenuti offensivi o lesivi dell’immagine o dell’onorabilità di terzi, di genere spam, razzisti o che contengano dati personali non conformi al rispetto delle norme sulla Privacy.
Alcuni testi o immagini inserite in questo blog sono tratte da internet e, pertanto, considerate di pubblico dominio; qualora la loro pubblicazione violasse eventuali diritti d'autore, vogliate comunicarlo via email. Saranno immediatamente rimossi.
L'autore del blog non è responsabile dei siti collegati tramite link né del loro contenuto che può essere soggetto a variazioni nel tempo.


Cookies

A seguito della

Norma relativa al consenso degli utenti dell'UE

abbiamo aggiornato i meccanismi del sito WILDFLY.IT in modo tale che venga effettuata la richiesta di abilitazione alla ricezione e gestione
dei COOKIES.



Ma cosa sono i cookies ??



I cookie HTTP (più comunemente denominati cookie web, o per antonomasia cookie) sono un tipo particolare di magic cookie, una sorta di gettone identificativo, usato dai
server web per poter riconoscere i browser durante comunicazioni con il
protocollo HTTP
usato per la navigazione web.
Tale riconoscimento permette di realizzare meccanismi di autenticazione, usati ad esempio per i login; di
memorizzare dati utili alla sessione di navigazione, come le preferenze sull'aspetto grafico o linguistico del sito; di associare dati memorizzati dal server, ad esempio il contenuto del carrello di
un negozio elettronico; di tracciare la navigazione dell'utente, ad esempio per fini statistici o pubblicitari.



Date le implicazioni per la riservatezza dei naviganti del web, l'uso dei cookie è categorizzato e disciplinato negli
ordinamenti giuridici
di numerosi paesi, tra cui quelli europei, inclusa l'Italia.



Nel caso specifico di questo sito, i cookies eventualmente usati hanno il solo scopo di riconoscere l'utente registrato in modo tale da poter usufruire a pieno dei serivizi del sito.


Ci sono 464 persone collegate




Cerca per parola chiave
 

Titolo


Autori
La pesca a mosca
Wild Fly Video
Wild Fly Facebook
Lago Bigfish

Copyright
Disclaimer

Titolo
Canne e Mulinelli (2)
Corso di Pesca a Mosca (5)
Curiosità (6)
Diplomi e riconoscimenti (6)
Dressing - Fly Tying (19)
DVD VIDEO GRATIS (1)
Fiumi - Torrenti - Laghi (43)
Gadget Wildfly (3)
Sky Tv (2)
Waders & Boots (5)
Wild Fly Video (19)
Zaini & Bags (2)

Catalogati per mese:
Dicembre 2014
Gennaio 2015
Febbraio 2015
Marzo 2015
Aprile 2015
Maggio 2015
Giugno 2015
Luglio 2015
Agosto 2015
Settembre 2015
Ottobre 2015
Novembre 2015
Dicembre 2015
Gennaio 2016
Febbraio 2016
Marzo 2016
Aprile 2016
Maggio 2016
Giugno 2016
Luglio 2016
Agosto 2016
Settembre 2016
Ottobre 2016
Novembre 2016
Dicembre 2016
Gennaio 2017
Febbraio 2017
Marzo 2017
Aprile 2017
Maggio 2017
Giugno 2017
Luglio 2017
Agosto 2017
Settembre 2017
Ottobre 2017
Novembre 2017

Gli interventi più cliccati

< novembre 2017 >
L
M
M
G
V
S
D
  
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
     
             


Titolo
Fotografie (2)
Testata (46)

Le fotografie più cliccate

Titolo
Che tipo di pesca preferisci ?

 Spinning
 Mosca
 Al Tocco
 Roubasienne
 Ledgering
 Trota lago
 Bolognese
 Fondo


"
Ci sono più pesci tolti da un torrente di quanti ve ne siamo mai stati dentro..

Oliver Herford
"


24/11/2017 @ 06:39:44
script eseguito in 41 ms




LA LUNA OGGI


Valid XHTML 1.0 / CSS