Immagine
  I torrenti del nostro appennino...... di Mirko Dalmonte Martelli
\\ Home Page : Storico : Fiumi - Torrenti - Laghi (inverti l'ordine)
Di seguito gli interventi pubblicati in questa sezione, in ordine cronologico.
 
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 08/10/2016 @ 17:44:25, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 3125 volte)
Fly Fishing in Slovenia - Fiume Krka & Savinja
IL PARADISO SICURAMENTE HA QUESTI COLORI

La mia prima Slovenia... Un piccolo giro di tre giorni completi di pesca, nato per caso tra amici di Bologna e Faenza.. Siamo partiti alla volta del fiume Krka nella località di Žužemberk, un comune di 4.632 abitanti della Slovenia meridionale; si tratta di un piccolo centro commerciale sulla sponda del fiume Krka.. il giorno dopo non soddisfatti della pescata ci siamo spostati a Ljubno.. un piccolo centro alla confluenza tra il torrente Ljubno e il fiume Savinja ... praticamente il paradiso della pesca a mosca.




Video montato con lo smartphone



Appena arrivati buttiamo borse e valige in una piccola "gostilna" (pensioncina) ... permessi alla mano ( 30 Euro) partiamo per il castello di Zuzemberk....



Il posto è meraviglioso !! Cascate e cascatelle che si inseguono il tutto sotto gli occhi del bellissimo castello cittadino... dal ponte notiamo i livelli inferiori alla media ... ma tanti tantissimi pesci sul fondo..



Tiro fuori le ultime mosche fattemi da Marco Delitala Calistri e al primo lancio ferro deciso su una bella bollata.... cavedani ... decine e decine di cavedani, qualche sporadica trota e temoli sparsi laureati in entomologia applicata.. la mattinata scorre veloce sempre con catture scarse in termini di trote o temoli, infatti non vedo nemmeno una trota in tutta la mattina... solo cavedani, cavedani cavedani...  i miei compagni a streamer fanno una bella cattura, per il resto scarsi anche loro in termini di numeri...
Il pomeriggio cambiamo zona, ci spostiamo più a valle alla riceca di acque mosse... qualche trota... ma sempre altissima la percentuale di cavedani, scardole.. e vaironi ... ci guardiamo in faccia e decidiamo che da domani si cambia fiume... tutti in Savinja !!






Partiamo presto, mettiamo le tende direttamente da Prodnik Sport Center, 50 Euro di permesso e via tutti in acqua !! Gli altri sono già stati qui tante volte... per cui io mi aggrego a Luca e andiamo in zona "laghetti di pesca".. il fiume scorre rigolioso ... i livelli mi dicono sono molto bassi... questo fa si che si riescono a vedere le trote  praticamente ovunque... si alternano fario e iridee di tutte le dimensioni ...  le catture a secca si riescono a fare solo su mosche molto piccole, effimere chiare o pheasant tail su amo 16/18 ... a ninfa  va un pò meglio ...  ogni trota lotta selvaggiamente e se catturi una iridea in corrente questa ti costringe a corrergli dietro per almeno 3...4 buche !! E pensare che avevo appena preso per il culo uno sloveno che ne aveva presa una rincorrendola mezz'ora... ovviamente a me è successa la stessa cosa..




Guardate che acqua... ingrandendo la foto potreste notare tutti i pesci disposti ai vari livelli del fiume.... visto da vicino è davvero incredibile.... dalla zona "laghetti" abbiamo risalito pescando sino alla zona più selvaggia...  visti i livelli , nelle piane era solo possibile pescare a secca con finali di 12' e terminali dello 0.12 .... quando illamavi il trotone la soddisfazione di tenerlo durava qualche minuto... poi o l'amo... il finale o i molteplici rami ai lati del fiume interrompevano sempre la lotta..




L'ultimo giorno abbiamo pescato nella parte alta della riserva, per me il tratto più bello.. trote di dimensioni inferiori alle mucche di Prodnik ma sane, vive, con le macchie di parr... temoli meravigliosi.. scenari da ricordare per tutta la vita..





Trota catturata in zona wild con una generosa mosca in camoscio di Diego Bosello





Ecco cosa intendevo per scenari da cartolina...  come questo ce ne sono tanti... il posto è meraviglioso e grazie ai suggerimenti di Angelo Di Muzio ho acquisito una nuova tecnica relativamente alla pesca a ninfa ... tecnica che si è rivelata micidiale da li sino al termine della giornata...





Questa è la squadra vincente dela trasferta in terra slovena... brevi cenni sul viaggio... ricordatevi di acquistare prima di uscire dall'italia la "Vignetta" del pedaggio autostradale ...  vi rilevano via telecamera e vi sverniciano una volta fermati .. seconda cosa, non dimenticate di mangiare la grigliata, le zuppe di funghi e anche la palacinka (dolce tipico) ... infine le birre, LASKO e UNION ... ottime entrambi, economiche e gustosissime sopratutto dopo una giornata di pesca... i ragazzi di Faenza sono dei "sobri" professionisti... se c'erano i miei compagni del Fly Fishing Team Bologna con le birre bevute ci sarebbe voluto un leasing ...

Grazie a tutti per la splendida gita... non sono proprio le mie acque tipiche ne quelle preferite... ma la parte alta ( LuCe) è straordinaria.. meravigliosa... bellissima... il menù è il mio preferito.. grigliate e birra...  insomma ci torno sicuro

Ulteriori video, foto e informazioni le potete trovare qui www.rd-ljubno.si


Mirko Dalmonte Martelli
 
No Kill Tevere - Città di Castello - San Giustino - Alta Valle del Tevere - Umbria
una gradita sorpresa




Dopo che tanti amici e soci del club di pesca ne avevano parlato abbiamo deciso i fruttare le vacanze natalizie e venire a provare di persona questo interessantissimo tratto...



Nel 2011 è stato istituito il tratto No Kill attuale, che va da un km. a valle del ponte di San Giustino, che coincide con la fine del divieto di pesca, fino al ponte di Città di Castello Nord, all’inizio del Campo Gara cittadino. E’ un tratto di fiume abbastanza ampio in cui un buon numero di pescatori possono trascorrere la loro giornata con scarsa interferenza reciproca.



L’accessibilità al fiume non è per niente difficile con tre ponti che lo attraversano ed una strada sterrata per ciascun lato che lo costeggia, in parte carrabile e in parte pedonale. Anche questo favorisce l’intenso afflusso di pescatori che si è riscontrato specie negli ultimi tempi.
Le tecniche consentite sono oltre che mosca e spinning con amo singolo privo di ardiglione anche quelle con esche naturali.



Il giorno prescelto era il 29 dicembre e come potete immaginare le temperature non erano certo delle più calde... abbiamo inziato a ninfa, con scarsi risultati sino alle prime ore più calde che hanno risvegliato le trote regalandoci circa tre ore di copiose bollate.



Le trote in inverno sembrano laureate e si catturano solo ed esclusivamente con mosche semplici, svestite ..su ami 16 e 18 ... il tutto nonostante gli insetti in schiusa siano di dimensioni più generose...



a ninfa sono decisamente meno diffidenti e sia pescando in caccia che a scendere conninfe grosse o piccoli spider pescando a sommersa, le catture sono molteplici e divertenti.




Le caratteristiche del fiume permettono la pesca con ogni tipo di tecnica: pesca a secca a salire o scendere, ninfa classica, francese o czech nymph, sommersa e streamer. Le specie ittiche presenti, oltre i ciprinidi che da sempre popolano abbondantemente il tratto, sono timallidi e salmonidi in numero rilevante....


Regolamento:

    Nel tratto è consentita la pesca solo con amo singolo privo di ardiglione o con ardiglione preventivamente schiacciato.
    Nel tratto è fatto divieto di utilizzo e detenzione della larva di mosca carnaria (bigattino).
    Nel tratto è obbligatorio rimettere in acqua il pesce catturato senza arrecargli danno e nel minor tempo possibile.
    Non è ammesso portare al seguito pesce anche se catturato in altro luogo.

Stagione di pesca:

   Il Tevere No-Kill, essendo appartenente alle acque di categoria "B", non subisce interruzioni della stagione di pesca

Permessi:

    Nel Tevere No-Kill è consentita la pesca senza alcun permesso aggiuntivo alla regolare licenza per acque interne.
   
Raccomandazioni:

    Pur rispettando la maggior parte delle tecniche ed essendo queste consentite nel tratto, previo l' uso di amo senza ardiglione o con ardiglione schiacciato ed il rispetto del divieto di utilizzo di larva di mosca carnaria (bigattino), quelle che riteniamo più idonee ai fini di una pesca sostenibile ed il più possibile rispettosa dell’ ambiente, sono le tecniche che utilizzano esche artificiali, con particolare predilezione verso la pesca a mosca. Invitiamo per tanto gli amici pescatori a praticare o magari sperimentare su questo tratto di fiume tali tecniche, che potrebbero risultare piacevoli e divertenti al pari delle altre e di certo arrecherebbero un danno minore alla popolazione ittica. Confidando sul fatto che ci lega la stessa passione per la pesca, siamo certi che comprenderete il nostro punto di vista e vi invitiamo ad avere la massima cura del pesce catturato.

Comportamenti:

    Il fiume è di tutti, per tale motivo è raccomandato l'uso del buon senso nel caso si incontrino altri pescatori; Evitiamo rumori eccessivi e schiamazzi, consigliamo di assicurarsi inoltre, prima di entrare in acqua, che sul tratto che si intende percorrere non ci sia qualcun altro che ha  già avuto la vostra stessa idea, in tal caso è sufficiente spostarsi a monte o a valle di 150/200 metri, magari dopo essersi consultati con il "collega" incontrato, dopo tutto potreste trovarvi a parti invertite! La lunghezza del tratto Tevere No-Kill e la presenza di una notevole quantità di prede, consente a tutti di trovare il proprio spazio di pesca.

 
La presenza della vigilanza è ASSICURATA e questo francamente a me piace molto !!! i Ragazzi del
Fishing Club Alto Tevere Umbro, sono molto attivi e controllano e tabellano il fiume cercando di difenderlo in ogni modo.





Fishing Club Alto Tevere Umbro
via Sant’ Ansano, 23/b - Piosina - 06012 - Città di Castello - Perugia
info@fcatu.com - C.F. 90027100545 - http://www.fcatu.com


In breve... ne vale assolutamente la pena... premetto che il tratto come da foto è piuttosto "spartano" ... nel senso che non dovete aspettarvi un fiume trentino con parcheggi, pergole e gazebo a riva dell'acqua e così via.... in realtà il fiume è di circa un paio di metri sotto il livello della strada... i punti di accesso comodo sono saltuari, ma presenti.. una volta in acqua scendi o risali sino al primo accesso disponibile...  rami e rametti sono uvunque e siamo a dicembre... in primavera deve essere piuttosto wild.. le trote ci sono eccome... ne ho prese una decina, alternando secca, ninfa e sommersa.. la taglia non era eccelsa ma erano tutte di misura esclusa una che era decisamente ragguardevole.

I ragazzi del club, presenti e disponibili, siamo diventati amici anche su facebook ... i pro che vorrei sottolineare bene... in primis è aperto SEMPRE, cioè puoi venire a pescarci sempre..non cè periodo di chiusura.. il secondo è che è assolutamente GRATIS e di questi tempi non davvero poco.. e poi cè davvero tanto tanto pesce.. le bollate erano ovunque seppur di pesce sui 25 cm e decisamente stronzo !! :)

Ma era la prima volta e non conoscevo il tratto..ora per la prossima mi preparo bene con quella moschina ... magrina magrina sul verdino che ho in mente.... 

Ci rivedremo sicuramente !!

Mirko Dalmonte Martelli
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 06/04/2017 @ 12:10:03, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 1474 volte)
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 06/04/2017 @ 13:35:55, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 3413 volte)

ZRS Alto Serchio - Garfagnana



La ZRS si estende per tre chilometri su uno dei tratti più belli e suggestivi dell’alto corso del fiume Serchio. All’interno di essa, nella parte più facilmente accessibile, è stata istituita una Zona No-Kill  1,5 chilometri riservata alla pesca a mosca.

L’istituzione della ZRS ha permesso di sviluppare iniziative innovative di riqualificazione fluviale e di recupero della popolazione indigena di trote.


In compagnia dei soci del Fly Fishing Team Bologna, il club a cui appartengo, e di Marco Delitala Calistri guida della Garfagnana ma anche lui socio FFTB siamo andata alla scoperta di questo nuovo tratto..




Un torrente facilmente raggiungibile, con acqua limpida e sponde abbastanza pulite ha fatto da cornice alla nostra divertente giornata di pesca, alternando piane lente a raschi veloci con buche interessanti..



Le trote, in buona parte wild, sono distribuite principalmente nella parte bassa della riserva, la pezzatura media è sui 25/28 cm ... in alcuni casi abbiamo catturato anche trote di misura più generosa.

La tecnica che personalmente ha reso di più è il drop con ninfe su amo 16, in schiusa sono state fatte numerose catture anche a secca su pheasant tail amo 14


La giornata è stata davvero piacevole, il territorio che ci circonda è composto da persone semplice e genuine, si mangia bene e si spende il giusto.
La ZRS appena aperta è bella ma ancora giovane, probabilmente una migliore distribuzione delle trote la renderebbe davvero un ottimo spot dove passare giornate a pesca.

Temo piuttosto il bracconaggio poiche' nell'arco della nostra giornata di pesca più pescatori si sono presentati in riva al fiume nonostante la riserva fosse totalmente da noi prenotata... oggi c'eravamo noi a dirglielo negli altri giorni che non cè nessuno chissà se si fermeranno alle sole informazioni...

Info
Per potervi accedere occorre effettuare il pagamento della quota di accesso presso il sito www.pescareingarfagnana.it oppure il tesserino viene rilasciato al Coffee Bar Via Provinciale, 24/a 55038 – Sillicagnana, comune di San Romano in Garfagnana (Lucca)

PER INFO - Tel. 0583 613046 (Il bar offre i seguenti servizi colazioni, pranzi , aperitivi, Tabacchi)
Orario: Lunedì - giovedi 5.00-20.00
Venerdì 5.00- 24.00
Sabato 6.00-01.00
Domenica 6.00- 13 .00

Per Info tel.055696157
€ 10,00 per turno di pesca
Alba - 13:00 | 13:00 - Tramonto

Guida di pesca Marco Delitala Calistri
marcodelitalaflytying@gmail.com
marcodelitala1966@gmail.com
tel. 33873148379
 
Di  Mirko Dalmonte Martelli (del 15/06/2017 @ 16:03:30, in Fiumi - Torrenti - Laghi, linkato 1289 volte)
Torrente Baricello Weekend Survival & Fishing
27/28 Maggio 2017

Il weekend del 27/28 Maggio abbiamo organizzato con i ragazzi del Wolf Spirit, nei boschi sopra Castelluccio (Porretta Terme BO ), il primo Weekend Survival & Fishing.
La partecipazione di iscritti è stata alta sia in termini di numero che di simpatia... a seguire alcune foto del divertente weekend nei boschi.



Dal parcheggio delle auto parte la nostra avventura, ci inoltriamo nei boschi seguendo il sentiero, alla ricerca di uno spazio idoneo per stabilire il nostro campo base per la notte.



Trovata l'area adatta al bivacco, si costruiscono i rifugi per la notte utilizzando un normale telo occhiellato, successivamente ognuno dei partecipanti è chiamato ad accendere il fuoco con le tecniche base di sopravvivenza e cioè... materiale trovato sul posto e l'ausiglio della pietrina come accendino ... se l'ambiente è secco tutto va bene, diversamente con pioggia o umidità diventa una bella sfida.... dimenticavo...chi non accende il fuoco... non mangia !!



Preparato il nostro bivacco ci diamo alla pesca utilizzando il minimo indispensabile per poter illustrare la pesca a mosca, catturare qualche bella trota che poi a completamente delle tecniche di insegnamento di cucina trapper andremo a cucinare sulle pietre calde aromatizzandole con erbe e spezie selvatiche...



Vorrei tranquilizzare gli amici della pesca a mosca rassicurandoli che le trote trattenute erano esclusivamente 4 a fronte di un alto numero di catture, pescatori e corsisti... tutte rigorosamente di misura e non hanno ovviamente garantito la cena per tutti ma sono servite ad insegnare come comportarsi in caso di emergenza avendo necessità di pescare e cuocere cibi con tecniche naturali.



Il bivacco notturno attorno al fuoco... storie di fantasmi... racconti di paura...e qualche ululato in lontananza... tisana della buonanotte e via tutti nei proprio accampamenti per la notte..



Il giorno sucessivo il corso prevede l'insegnamento ad utilizzare le corde ... imbraghi, tecniche di discesa e salita da parete, orientamento, primo soccorso e tanto tanto altro..


Il corso si è svolto nei magici e suggestivi boschi dell’appenino tosco emiliano (a 60 km da Bologna), 2 giorni full immersion in ambiente outdoor non antropizzato, con bivacco notturno... una esperienza che ti insegna molto, sulla vita...sulla natura ma sopratutto su te stesso e su quello che puoi fare con le tue mani... la consiglio sinceramente a tutti, bambini inclusi !!




Video girato da Serena in occasione del bellissimo weekend Survival&Fishing lo trovate anche sul nostro canale youtube

Wild Fly Video


Se siete interessati a provare contattate Marco e Anna !!



Info & Contatti

Wolf's Spirit a.s.d. - Survival School
Sede Legale: via Carlo Sigonio 7/2, 40137 Bologna
mail: ws.survival16@gmail.com
Cell: - Marco Bettuzzi 3473201719
- Anna Gazzola 3383985291
- Francesco Bettuzzi 3494990385
http://www.wolfspiritsurvival.com/



Wildfly Fly Fishing Adventures
Mirko Dalmonte Martelli
http://www.wildfly.it




 
Pagine: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14
Ci sono 253 persone collegate




Cerca per parola chiave
 

Titolo


Gli Autori di Wildfly
La pesca a mosca
Wild Fly Video
Wild Fly Facebook
Lago Bigfish
Catch & Release Imola

Copyright
Disclaimer

Titolo
Accessori (4)
Canne e Mulinelli (6)
Club di Pesca (1)
Corso di Pesca a Mosca (19)
Curiositą (25)
Diplomi e riconoscimenti (9)
Dressing - Fly Tying (21)
DVD VIDEO GRATIS (1)
Fiere e Raduni (3)
Fiumi - Torrenti - Laghi (68)
Gadget Wildfly (3)
Pubblicazioni e Articoli (6)
Sky Tv (2)
Waders & Boots (5)
Wild Fly Video (36)
Zaini & Bags (2)

< ottobre 2022 >
L
M
M
G
V
S
D
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
           


Titolo
Fotografie (2)
Testata (62)

Le fotografie pił cliccate



"
Chiunque sa fare il pescatore, di maggio...

Ernest Hemingway
"


04/10/2022 @ 02:52:35
script eseguito in 59 ms